Ansia mattutina

Se provi ansia mattutina probabilmente ti è capitato di svegliarti già in uno stato di agitazione, angoscia e affanno. I pensieri negativi su te stesso in quel momento sono una convinzione, in più si potrebbero unire problemi fisici come cefalea, nausea, ulcera, o crampi addominali.

Iniziare così non è la maniera più serena per affrontare l’intera giornata.



L’ansia mattutina è uno stato molto comune per chi soffre di depressione, ansia, attacchi di panico, o sta vivendo un periodo di stress intenso. Non è un elemento da sottovalutare perché, in questo stato, la stanchezza prenderà il sopravvento e renderà ulteriormente difficile dare inizio alla giornata.

Se questo stato si manifesterà per molti giorni consecutivi, tutto apparirà più difficile di quanto è, perché con l’ansia tutto sembra “catastrofico”.

Altre volte il problema si manifesta solo alcune mattine: alcuni giorni ti sveglierai pieno di vita, con molti pensieri positivi. Altre volte con questo stato di profonda angoscia.

Vediamo nel dettaglio come si manifesta e quali sono i rimedi.

 

 

Come si manifesta l’ansia mattutina

L’ansia mattutina è considerata una delle forme più invasive ed invalidanti dell’ansia.

I motivi sono molteplici: in primo luogo, verificandosi in uno stato di semi-veglia, non è facilmente controllabile.

Altro motivo è che, svegliandosi già con questi pensieri, con angoscia e con forti preoccupazioni, le probabilità di avere una ‘buona giornata’ diminuiscono drasticamente. Pensa ai proverbi, per esempio: “il buongiorno si vede dal mattino” o “il mattino ha l’oro in bocca”.

Ci sono due tipi di ansia mattutina:

Subito dopo il risveglio. Appena ti rendi conto di essere sveglio il corpo comincia ad irrigidirsi, il cuore a battere più forte. Percepisci una forte angoscia ed i pensieri si fanno catastrofici.

Dopo una mezzora dal risveglio. In questo caso l’ansia non arriva subito, ma dopo che ti sei svegliato. Pian piano sale l’angoscia fino a diventare una forte oppressione al petto. Il respiro diventa affannoso, la stanchezza aumenta. Tutto potrebbe far pensare ad un problema cardiaco.

In entrambi i casi la caratteristica saliente è il senso di affaticamento. Molto probabilmente ti svegli già stanco e privo di forze. Tutto appare più complicato di quello che, in realtà, è. Anche la concentrazione sarà molto bassa a causa del dispendio di energie legate allo stato ansioso.  

Sintomi

 

Sintomi Fisiologici

  • Profonda stanchezza
  • Tachicardia
  • Dolore al petto
  • Vertigini
  • Nausea o diarrea
  • Colite
  • Crampi allo stomaco
  • Dolore cervicale
  • Cefalea

Sintomi Cognitivi

  • Senso di inquietudine e insicurezza
  • Tutto ti sembra difficile
  • Nervosismo
  • Irritabilità
  • Senso di angoscia inspiegabile
  • Incapacità organizzativa
  • Disinteresse generale
  • Bassa concentrazione

 

Perché provi ansia? Cause

Come nella comune ansia, anche dietro l’ansia mattutina c’è un motivo.

Non esiste una causa comune, quindi devi capire cosa ti sta dicendo la TUA ansia.

‼ C’è chi, per esempio, non si sente all’altezza di soddisfare tutte le aspettative di parenti/amici/colleghi, c’è chi si potrebbe sentire non adeguato in un determinato contesto. C’è chi potrebbe sentirsi sovraccaricato di troppe responsabilità. Chi ancora potrebbe sentirsi in colpa per motivi personali (litigi, tradimenti, bugie, etc…). Queste e molte altre potrebbero essere le cause psicologiche.

‼ Un’altra causa potrebbe essere data dalle cattive abitudini: l’eccessivo utilizzo di fumo, cibi grassi, alcol o caffè della sera precedente potrebbero influire sulla tua ansia.

‼ Altro responsabile potrebbe essere il cortisolo, l’ormone dello stress. Il cortisolo viene rilasciato come risposta ad eventi stressanti, e la mattina è il momento di maggiore produzione. Quindi se stai vivendo un periodo molto stressante, o ti sei trovato a superare un trauma, il cortisolo si attiverà maggiormente, e nelle ore mattutine ancora di più.  

 

 

 

Ansia anticipatoria o ansia mattutina?

Per ansia anticipatoria si intende paura della paura, cioè una forma di ansia per le sensazioni che l’ansia potrebbe dare in futuro. Persone con una predisposizione all’ansia potrebbero provarla spesso, senza darle troppo peso.   

L’ansia mattutina potrebbe essere legata all’ansia anticipatoria. È il caso di chi si sveglia, per esempio, con la paura che gli venga un attacco di ansia durante la giornata, in un momento particolare (se deve superare delle prove, etc..)

Di solito però, se c’è questo legame, l’ansia mattutina ha un tempo di durata più breve.

Quando invece l’ansia mattutina è collegata a pensieri negativi e preoccupazioni più grandi, non è possibile parlare di ansia anticipatoria. In questo caso l’ansia potrebbe durare molto di più.

 

 

Rimedi

Se senti che la tua ansia mattutina è invalidante e ti limita nella vita quotidiana è bene rivolgerti ad uno psicoterapeuta che ti aiuti a capire la causa e sconfiggerla definitivamente. Non sei costretto a vivere in questo stato ed è possibile superarlo!

Nel frattempo, elenco qualche consiglio per gestirla al meglio:

✅ Appena compare l’ansia respira col diaframma (per sapere come fare clicca qui), e diventa consapevole del fatto che sono le sensazioni a farti sentire in questo stato -come dico sempre, le sensazioni sono reali, non il pericolo!

✅ Cerca di capire il messaggio della tua ansia mattutina. Questo, come ho scritto sopra, è diverso da persona a persona ma è la chiave per comprendere a fondo l’ansia. Come nelle altre forme di ansie, anche questa è un campanello d’allarme per farti comprendere che, probabilmente, qualcosa nella tua vita non sta andando nella direzione giusta. Questa consapevolezza farà in modo che l’ansia mattutina non sia più necessaria.

Aggiusta le tue abitudini. Cerca di evitare alcol, fumo, caffè, cibi grassi la sera prima di andare a dormire. Vai a letto sempre alla solita ora, non fare troppo tardi.

✅ Prova a cambiare il tuo atteggiamento. Più pensi di stare male, più starai veramente male, e più l’ansia mattutina aumenterà. Prova a respirare dentro l’ansia e accettarla.

Fai una abbondante colazione. Limita il caffè, preferisci il ginseng o altre bevande con una concentrazione più bassa di caffeina. Mangia, perché il cortisolo aumenta in maggior modo quando il glucosio è carente nel sangue.

✅ Puoi utilizzare qualche tecnica di rilassamento, meditazione e training autogeno. Sono pratiche molto diffuse che permettono di focalizzarti su determinate parti del corpo per stimolare il rilassamento profondo. In questo link troverai una audio-guida al rilassamento, da scaricare gratuitamente.

 

 

Conclusioni

Concludo dicendo che è possibile uscire da questo stato. Ascoltare l’ansia, qualsiasi sia la forma (mattutina, generalizzata, panico, notturna, etc..), è la chiave per superarla.

Solo con una maggiore consapevolezza di noi stessi ed una attenta osservazione ai nostri bisogni essa potrà essere gestita e quindi superata.


Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

Guarda i risultati!

Loading ... Loading ...

Dott.ssa Pamela Busonero

Psicologa Psicoterapeuta, riceve a Firenze in Piazza Indipendenza 21

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Prenota:

Pamela Busonero - MioDottore.it

“Impara a gestire Ansia e Attacchi di Panico”

A breve sarà online il mio corso su Ansia e Attacchi di Panico!

Per informazioni o per prenotare la tua copia scrivimi liberamente utilizzando il form dei contatti

Prova i nuovi servizi di Telemedicina

Dove sono:

Eventi gratuiti Firenze