Terapia della Gestalt

Terapia della Gestalt

Cos’è la terapia della Gestalt

La Terapia della Gestalt nasce nel XX secolo in Germania, grazie allo psicanalista Fritz Perls e si sviluppa sulla scia della Psicologia Umanistica negli Stati Uniti.

Essa si fonda sull’idea che il progresso nella società odierna ha prodotto una forte “ansia nevrotica” nell’individuo.

Questa lo costringe a controllare ogni singolo desiderio e ad annientare la sua innata tendenza ad adattarsi all’ambiente circostante. Il comportamento patologico è quindi l’effetto di una vita mancante di spontaneità: si tenta di essere ciò che non si è, vivendo con schemi ripetuti, privi di creatività, che pian piano si cronicizzano.

L’intento della Terapia gestaltica è quello di amplificare la consapevolezza dell’individuo e di identificare nuove vie più funzionali di stare al mondo.

Essa aiuterà la persona ad entrare in contatto col proprio mondo, i propri bisogni, i propri desideri e le proprie emozioni.

Conoscendo meglio certe parti si sé, talvolta poco ascoltate, si potrà avere una migliore relazione con sé stessi e con gli altri e riuscire quindi a cambiare quei comportamenti che ci appartengono da tanto tempo e che sono fonte di disagio.

La fiducia nel proprio potenziale creativo e nelle proprie risorse favorisce infatti lo sviluppo dell’autostima, necessaria per andarsi a prendere ciò che si vuole e si desidera.

Non è una terapia di sola parola fra terapeuta e paziente perché prevede esercizi “attivi”, svolti nel “qui e ora”. Può essere considerata una “palestra di vita”, dove chi vorrà potrà sperimentare attivamente alcuni comportamenti diversi dal modo abituale di fare.

 

Dott.ssa Pamela Busonero, Psicologa e Psicoterapeuta Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.