Significato psicologico dell’Insonnia

Cos’è l’insonnia

L’insonnia è un disturbo che riguarda sia la quantità che la qualità del sonno.

Per molte persone questo disturbo può essere un vero problema, poiché non dormire la notte ha un effetto invalidante sulle attività giornaliere.

Una attuale ricerca ha dimostrato che circa il 20% degli italiani ne soffre, mentre il 30% soffre di insonnia cronica. La stessa ricerca dimostra che più di 7 milioni di persone usano sonniferi o tranquillanti per addormentarsi. Continue reading “Significato psicologico dell’Insonnia”

Ipocondria

Caratteristiche secondo il DSM 5

La persona con ipocondria dà un’interpretazione dei propri sintomi fisici come segnali di una grave patologia, senza un adeguato riscontro medico.

Secondo il DSM 5 (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali) i criteri per diagnosticare una persona con questa problematica sono: Continue reading “Ipocondria”

Come aiutare chi soffre di Attacchi di Panico

Attacchi di Panico: cosa si può fare

In terapia mi arrivano sempre più persone che soffrono di attacchi di panico.

Una delle caratteristiche che accomuna molti di loro è che si rendono conto che le persone che hanno intorno spesso non sanno cosa fare per aiutarli.

I familiari, gli amici che vorrebbero essere d’aiuto si trovano in difficoltà su come comportarsi, cosa dire, cosa non dire, cosa fare etc..

Questo succede perché chi non ha mai sofferto di attacchi di panico – fortunatamente- non può capire cosa sta realmente succedendo alla persona che ne soffre. Ciò porta, a volte, a non riuscire ad immedesimarsi nella persona sofferente. Continue reading “Come aiutare chi soffre di Attacchi di Panico”

F.A.Q.

Quanto dura in media una psicoterapia?

Un percorso psicologico ha una durata diversa da persona a persona. Dipende dal tipo di problematica, dai sintomi e dal livello di cronicizzazione del disturbo. Un giovane che viene per un disturbo d’ansia generalizzato probabilmente raggiungerà dei risultati accettabili già dopo 10-15 sedute, a differenza di altri disturbi che hanno tempi più lunghi (10-12 mesi). Risposta valida anche quando si utilizza la tecnica EMDR (Eyes Movement Desensitization and Reprocessing, vedi sito), anche se i risultati si percepiranno già dalle prime sedute.

Cosa fa lo psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta aiuta la persona ad aiutarsi, ad avere le idee più chiare, a capire quali sono i comportamenti fonte di disagio e di malessere. Quello che avviene in seduta non è una semplice chiacchierata: lo psicoterapeuta non parla e non dà consigli alla persona, perchè essa stessa è l’unica che può sapere cosa realmente vuole. Lo psicoterapeuta accompagna l’individuo in un percorso, illuminandogli la strada.

Quali sono le differenze tra Psicologo, Psicoterapeuta e Psichiatra?

Lo Psicologo è un dottore laureato in Psicologia che ha effettuato un tirocinio di un anno ed è iscritto all’Albo degli Psicologi dopo aver conseguito l’Esame di Stato. Può occuparsi di diversi settori: clinica, scuola, sport, lavoro, comunità. Lo Psicologo che svolge la professione in ambito clinico effettua diagnosi, prevenzione, riabilitazione. Esso può effettuare colloqui di sostegno e somministrare test psicologici.

Lo Psichiatra ha conseguito una laurea in Medicina e Chirurgia, e successivamente ha conseguito la specializzazione in Psichiatria. Tale figura professionale è l’unica che può prescrivere farmaci.

Lo Psicoterapeuta può essere sia uno Psicologo che uno Psichiatra. In entrambi i casi deve aver frequentato una Scola di Specializzazione in Psicoterapia quadriennale riconosciuta dal MIUR e, durante i quattro anni, effettuare il tirocinio presso una struttura ASL o privata. Esso è lo specialista che attraverso strumenti clinici (eziologia, diagnosi, pianificazione del trattamento, setting) e attraverso la relazione umana (empatia, ascolto, fiducia, alleanza terapeutica), è in grado di accompagnare la persona in un processo di cambiamento, volto al raggiungimento di un migliore stato di equilibrio.

Lo Psicoterapeuta può prescrivere farmaci?

No, a meno che non sia anche Psichiatra.

Se vado dallo Psicoterapeuta sono pazzo?

No, questo è uno dei miti più popolari. Mi è capitato più volte di avere a che fare con persone che si vergognavano di andare dallo Psicologo, ma è utile sapere che lo Psicologo e lo Psicoterapeuta hanno a che fare con persone sane consapevoli delle proprie difficoltà e disponibili a mettersi in discussione per cambiare, e che è competenza dello Psichiatra prendere in carico persone con patologie gravi ed invalidanti (psicosi, schizofrenia, etc..). A volte può capitare che i due professionisti collaborino insieme. Andare dallo Psicoterapeuta significa quindi prendersi cura del proprio benessere fisico e psichico.

Se inizio una terapia posso andarmene quando voglio?

La terapia è un accordo tra il paziente e il terapeuta e può essere sempre aggiornato, modificato o interrotto nel corso del tempo.

E’ utile fare un gruppo di Psicoterapia?

Io penso che a volte la terapia di gruppo risulti più importante della terapia individuale. Grazie al gruppo diverse persone possono confrontarsi, rivivere le stesse problematiche e trovare insieme nuove strategie per il cambiamento.

Terapia di Coppia

Cos’è

La psicoterapia di coppia è utile per sostenere ed ascoltare la coppia nei casi in cui questa si trovi ad affrontare una situazione di crisi dovuta alla presenza di fattori che hanno cambiato gli equilibri interni del rapporto. È rivolta a coppie di coniugi o di conviventi di ogni tipo di orientamento sessuale. Continue reading “Terapia di Coppia”

Psicoterapia Domiciliare

Cos’è e a chi è indicata

A volte la persona è impossibilitata ad uscire di casa, per questo è indispensabile un servizio a domicilio che consenta all’individuo di ricorrere ad una psicoterapia.

Hanno diritto ad una psicoterapia domiciliare:

  1. persone che, a causa di un trauma grave, non riescono ad uscire di casa (incidente, abuso, etc..).
  2. chi ha vissuto un lutto e si trova schiacciato da sentimenti depressivi che possono togliere la forza di dirigersi all’esterno in cerca di aiuto.
  3. persone con una depressione cronica.
  4. minori con problematiche legate all’età evolutiva (fobie scolastiche, modalità di relazioni disfunzionali, etc..).

Nei casi che si reputerà opportuno, dopo una serie di incontri domiciliari, la persona verrà portata a poco a poco all’esterno fino al momento di concludere le terapie nello studio.

Sono disponibile per la città di Firenze.